Misurare la biodiversità

I nostri valori

 

Per mantenere buoni livelli di biodiversità negli agrosistemi è necessario ricorrere a buone pratiche agronomiche che garantiscano la conservazione della fertilità dei suoli, la corretta gestione delle risorse idriche, il controllo delle infestanti e dei parassiti con metodi a basso impatto, la diffusione di siepi e aree boscate, la presenza di specie nettarifere e l’uso di rotazioni.

Tutte queste azioni favoriscono la diversità biologica sul territorio, migliorando, nel contempo, la qualità di aria, acqua e suolo.

Per aderire al Protocollo BF l’azienda sottoscrive la “Biodiversity Friend Declaration” con la quale si impegna a perseguire 10 azioni che WBA considera il «Decalogo della sostenibilità» in agricoltura.

 

  1. modello colturale sostenibile
  2. tutela della fertilità dei suoli
  3. gestione razionale della risorsa acqua
  4. tutela di siepi, boschi, prati e specie nettarifere e formazioni naturaliformi
  5. tutela della biodiversità agraria e strutturale
  6. risparmio energetico e uso di fonti rinnovabili
  7. tutela del territorio e del paesaggio rurale
  8. sostenibilità sociale
  9. sostenibilità economica
  10. qualità del suolo, dell’acqua e dell’aria

 

In base alle proprie esigenze l’Azienda ha la possibilità di scegliere tra due percorsi (Verifica e Certificazione) per raggiungere livelli di sostenibilità ambientale, sociale ed economica in linea con le aspettative di produttori e consumatori.

GLI INDICI DI BIODIVERSITA’

La vita nel suolo

 

Il biomonitoraggio del suolo

L’Indice di Biodiversità del Suolo (IBS-bf) è un metodo basato sull’analisi delle comunità di macroinvertebrati edafici che sono ottimi bioindicatori, per valutare la qualità dei suoli. Tra questi sono fondamentali: lombrichi, acari, isopodi, millepiedi, centopiedi, collemboli e altri insetti.

La vita nell’acqua

 

Il biomonitoraggio dell’acqua

L’Indice di Biodiversità Acquatica (IBA-bf) è un metodo basato sull’analisi dell’idromorfologia e delle comunità di macroinvertebrati acquatici, i quali sono ottimi bioindicatori per valutare la qualità delle acque dolci superficiali.

La vita nell’atmosfera

 

Il biomonitoraggio dell’aria

L’Indice di Biodiversità Lichenica (IBL-bf) è un metodo basato sull’analisi delle comunità licheniche epifite che sono ottimi bioindicatori della qualità dell’aria.