Il Biodistretto del Chianti Classico è Biodiversity Friend!

23 agosto 2014

Il mese scorso Valoritalia, società leader in Italia nella certificazione dei vini a denominazione, ha rilasciato al Consorzio del Chianti Classico la certificazione “Biodiversity Friend” (Certificato n. 8074). Il nostro protocollo sulla sostenibilità e sulla conservazione della biodiversità in agricoltura sta richiamando l’interesse, oltre che delle singole aziende, anche dei Consorzi di produzione. Nel caso del Chianti Classico, si sono certificate 14 aziende del Biodistretto di Greve in Chianti dove è attiva la Stazione Sperimentale per la Viticoltura Sostenibile. Si tratta di un gruppo di aziende a produzione biologica, particolarmente attivo nell’applicare buone pratiche agricole, indirizzato verso una viticoltura di qualità, attenta alla tutela dell’ambiente e alla salute dei consumatori.
Le aziende sono le seguenti: Casina di Cornia, Castello La Leccia, San Giusto a Rentennano, Rodano 2, Buondonno, Casaloste, Tenuta di Bibbiano, Agricola I Fabbri, Fontodi, Le Cinciole, Badia Coltibuono, Val delle Corti, Monte Bernardi, Fattoria di Rignana, Fattoria di Lamole.
A pochi giorni dall’inizio delle indagini relative al Progetto “Caratterizzazione qualitativa dei principali prodotti ortofrutticoli veneti e del loro ambiente di produzione” che interesserà 200 aziende ortofrutticole DOP  e IGP della Regione Veneto, il Consiglio Direttivo di WBA onlus ha accolto con grande soddisfazione la certificazione del Consorzio Chianti Classico,che rappresenta l’eccellenza della produzione vitivinicola italiana a livello mondiale.