L’Azienda Fondo Prognoi premiata a Roma

14 giugno 2014

C’era anche Laura Tinazzi, dell’Azienda Agricola Fondo Prognoi di Verona, tra le sei imprenditrici agricole premiate il mese scorso a Roma dal Ministero dell’Agricoltura con il premio “De@Terra-Donne rurali e innovazione” indetto dal Ministero in collaborazione con la Rete Rurale Nazionale. Il premio, giunto alla sua tredicesima edizione, è rivolto alle imprenditrici agricole che hanno dato un contributo significativo alla crescita economica, sociale e culturale delle aree rurali in cui le loro aziende operano, grazie all’introduzione di aspetti innovativi nella conduzione della propria azienda e all’attenzione posta alla salvaguardia dell’ambiente e del patrimonio naturalistico.
Laura Tinazzi è perito agrario e titolare dell’Azienda Agricola Fondo Prognoi di Montorio (VR), realtà che ha ottenuto, per prima nella Provincia di Verona, la certificazione “Biodiversity Friend”. L’Azienda si estende su una superficie di 8,5 ettari di cui 4 a vigneto, 3 a seminativo e un piccolo frutteto dedicato a nocciole, melograni e varietà antiche di fruttiferi tipiche del territorio, come i peri “trentossi” e i pomi “dessi” e una piccola coltivazione di lavanda. L’Azienda, oltre a distinguersi per la sua attenzione nei confronti della conservazione della biodiversità, veicolata anche attraverso attività didattiche e di formazione, ha attuato un interessante progetto di trasformazione e commercializzazione dei prodotti, certificati BF, che rappresenta un aspetto di grande originalità e innovazione per il mondo agricolo.

Tinazzi_Prognoi-259x300